Page 5 - Il Processo
P. 5

SALUTO INTRODUTTIVO DI NOEMI DI SEGNI
PRESIDENTE UNIONE COMUNITÀ EBRAICHE ITALIANE
Signora Presidente Boldrini, Signora Ministra dell’Istruzione Università e Ricerca, Valeria Fedeli, Signor Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini, Illustri Autorità civili, militari e religiose, illustri ospiti, cari amici, cari ragazzi delle scuole qui presenti,
Questa è una serata dedicata alla memoria. La memoria di un popolo che si è sempre sentito parte di un Paese, la memoria di un Paese e delle sue istituzioni; memoria di una patria, bandiera e identità collettiva. Le vicende evolutive e involutive di questi legami sono trascritte e sigillate in alcuni fondamentali testi legislativi ai quali dedichiamo questa parti- colare rappresentazione teatrale.
Un percorso tra passato tormentato e futuro di speranza sul quale si interroga questo Pae- se, la nostra Italia – da una  rma reale per i decreti relativi alla tutela della razza a quella del guardasigilli per affermare la tutela dei diritti. Un percorso nel quale ci chiediamo costante- mente “io, avrei potuto fare diversamente”?
Le parole, i termini, le virgole, ci insegnano i giuristi e i giudici, hanno un signi cato ben preciso. Razza, Stella, Treno, casa, fame, vita sì, vita no. Sono memoria indelebile. Ce lo insegna la storia. La dobbiamo, tutti assieme e ciascuno di noi, trasmettere ai nostri  gli. Oggi e adesso.
Un ringraziamento profondo a nome di tutte le Comunità ebraiche d’Italia alle Istituzioni e agli esperti che compongono il comitato istituzionale e scienti co che hanno aderito al nostro invito e accettato prontamente, e senza esitazione alcuna, di fare questo percorso assieme a noi.
Lo faremo attraverso un processo inserito in una cornice teatrale. E per questa s da vorrei quindi esprimere un sentito riconoscimento ai protagonisti – avvocati, magistrati ed esperti che, oltre al loro generoso supporto tecnico storico-legale, saliranno sul palco, e che han- no voluto affermare con questo impegno la doverosità di questa ri essione. Ai testimoni e artisti che con la loro voce e musica narreranno quanto accaduto. Allo staff dell’Unione de- dicato a questa missione, alle instancabili autrici, alla paziente curatrice e al creativo regista.
Grazie a tutti e buona serata.


































































































   3   4   5   6   7